Tokujin Yoshioka: l'uomo che intrappolò un tornado in un stanza

09:31 Unknown 0 Comments

#InsideDesign


Come può una poltrona avere una forma che cambia continuamente? E' riuscito in questa impresa il designer giapponese Tokujin Yoshioka che nel 2010 ha progettato “Memory” per l’azienda italiana Moroso: una poltrona composta da un'anima in alluminio e un tessuto speciale fatto di cotone e alluminio riciclato; un blocco che verrà plasmato dall’utente nella maniera che desidera, sia con le sue mani, le sue natiche che inventando un qualsiasi modo per farlo. Ma meglio non affezionarsi troppo alla sua forma, tanto ogni utilizzo la cambierà. 
“Memory ha una deliberata mancanza di forma’. […] punta a richiamare la bellezza che si trova in natura, con le sue espressioni sempre mutevoli, dando l’impressione che il progetto non esista neppure“. Tokujin Yoshioka ci regala una lezione di buddhismo e arte zen con un solo progetto. La forma mutevole ci insegna l’impermanenza: tutto è divenire e come disse il saggio Ñanamoliqualsiasi cosa è, sarà ed era”.


Nato nel 1967 a Saga, si laurea nel 1986, alla Kuwasawa Design School per poi lavorare per  Shiro Kuramata e Issey Miyake. Per otto anni svolge il lavoro come free-lance fino a che nel 2000 apre il suo studio, Tokujin Yoshioka design. Le sue opere sono esposte tra le collezioni permanenti dei più importanti musei del mondo, dal MoMa al Centre Pompidou e collabora attualmente con marchi come Cartier, Cassina, Moroso, Kartell, Driade, Swarovski, Hermes.
La creatività giapponese è senza dubbio influenzata dalla natura e dalle sue manifestazioni. Nell'opera di  Yoshioka tutto la evoca, la rappresenta o la ritrae sotto una nuova luce, per produrre nel fruitore nuove sensazioni, infatti egli stesso, defininendosi designer delle sensazioni, dichiara che oggi si deve passare dal progettare forme al progettare sensazioni.


Tornado è un istallazione del 2007, per il Moore Building di Miami, composta da più di 2 milioni di cannucce di plastica trasparente: più che un ritratto del fenomeno naturale, una poesia.



Tofu Lamp è una lampada prodotta da Yamagiwa nel 2000, realizzata in polimetilmetacrilato ed alluminio, che ha l'arduo compito di catturare l'effimera bellezza di un raggio di luce.



La Pane chair, presentata nel 2006 del Salone del Mobile di Milano, prende il nome dall'alimento, perché anche questa poltrona necessita di una cottura. Le fibre di poliestere, un materiale traslucido e spugnoso, vengono avvolte in un tessuto, poste in un blocco cilindrico di carta e  cotte in forno. Proprio come un panettiere, il designer ha dovuto fare numerose prove ed esperimenti prima di riuscire a trovare la ricetta giusta.

Tokujin Yoshioka è autore di istallazioni, oggetti di design, progetti architettonici, progetti grafici, campagne pubblicitarie e sono stati scritti numerosi libri su di lui.
A chi gli domanda il suo segreto risponde: "I bambini, se a loro interessa, ho fatto un buon lavoro"

Per i più curiosi alcuni link :

"Memory"

"Tornado"


Cinzia Candela





Altri articoli che potrebbero interessarti

0 commenti: