Il cane: il migliore amico dell’architetto

08:00 Unknown 0 Comments




#Funchitecture #DesignForPets

Quando pensiamo ad un cane in automatico immaginiamo una cuccia (magari la versione 3D di quella di Snoopy) ma googlare cane, dog e doghouse, ci fa scoprire un mondo nuovo ed ancora piuttosto inesplorato.  
Proprio per amore della sperimentazione e degli animali, il designer giapponese Kenya Hara ha invitato 13 architetti di  fama internazionale ad analizzare il loro rapporto con i loro pets ed a progettare per loro. Sul sito architecturefordogs.com  troviamo  tutti i  progetti  con delle guide dettagliate scaricabili gratuitamente, per poterli  realizzare a casa per il nostro amico. 
Curatissima la parte social di questo esperimento: è possibile caricare e condividere su Facebook e Twitter  la realizzazione dei progetti con il nostro cucciolo felice ed in posa nella sua  cuccia 2.0. 
Lasciamoci incuriosire da alcuni progetti:

MVRDV, Beagle house, Interactive dog house


MVRDV è uno studio di architettura e progettazione urbana fondato nel 1993 a Rotterdam. Il nome è l'acronimo dei fondatori: Winy Maas, Jacob Van Rijs e Nathalie De Vries. "Borneo 18" è uno dei primi e più noti progetti.
Partendo dall'archetipo della cuccia di Snoopy, che a sua volta si rifà all'archetipo umano di rifugio, è stata aggiunta la componente ludica, in quanto il beagle è considerato un cane estremamente giocherellone. La forma curva serve come invito ad entrare ed, allo stesso tempo, proprio il gesto di entrare ed uscire crea un effetto dondolo, mentre la corda all'estremità rende più agevole il trasporto e trasforma la cuccia in un gioco.


Atelier Bow-Wow, Long-Bodies-Short-Legged dog


Studio fondato a Tokyo nel 1992 da Yoshiharu Tsukamoto e Momoyo Kajiima, noto per le sue sperimentazioni sullo spazio micro urbano. 
Il concept del progetto è il contatto visivo fra cane ed umano. Il bassotto è un cane dolce ed affettuoso, ma le sue zampette corte gli impediscono di salire facilmente sulle sedie,  quindi perché non progettare una seduta in cui l'uomo ed  per il suo amico a quattro zampe posso sedersi insieme e giocare?  

Torafu Architects , Wanmock 


Fondato nel 2004 da Koichi Suzuno e Shinya Kamuro, lo studio Torafu Architects è fortemente orientato verso la sperimentazione in tutti i settori dell'arte, dell'architettura e del design.
Il Jack Russell è un cane da caccia dall'olfatto sviluppatissimo, ed è proprio questa caratteristica il concept del progetto. Quest'amaca facile da costruire dà la possibilità di poter utilizzare una maglietta o un maglione pregna dell'odore dell'amico umano proprio per poter rassicurare il cane. Il nome "Wanmock" è l'unione della parola giapponese "Wan" che significa cane e della parola inglese "Hammock" che significa amaca. 

Jacques Gubler sostiene che per fare dei buoni progetti dobbiamo acquisire quanti più punti di vista è possibile. Direi che questo simpatico esperimento ci può far avvicinare al mondo dei nostri migliori amici ed inoltre ci dimostra che le cose fatte bene sono sempre quelle fatte con l’anima, ma non quella del coro d’angeli, ma quella dei 5 sensi e dell’empatia.

Cinzia Candela



Altri articoli che potrebbero interessarti

0 commenti: