Satoshi Itasaka: vivere di poesia per progettare la pace

23:43 cinzia candela 0 Comments


#Funchitecture
 
Il 30 aprile 2010 è la data di apertura dello studio H220430, fondato dal designer giapponese Satoshi Itasaka, e, secondo il calendario giapponese Hesei 22, corrisponde alla parola "pace ovunque". La pace sembra dunque essere la brezza ispiratrice di questo pluri premiato e talentuoso designer. I progetti superano la forma primaria, l'archetipo, per diventare veicolo di messaggi importanti e profondi, come il rispetto per l'ambiente, la bellezza della natura e la poesia dei sentimenti. Prendendo in prestito il termine dal Movimento Moderno, potremo definire i suoi progetti come la versione in piccola scala degli "oggetti a reazione poetica".
Tre progetti ed un po' di poesia:

 Balloon Bench 


"Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall'alto, non avere macigni sul cuore” Italo Calvino.

"Le Ballon Rouge", è un delicatissimo e surreale film francese del 1953, premio Oscar per la migliore sceneggiatura, in cui un bambino fa amicizia con un palloncino rosso con cui condivide l'innocenza e da cui impara la leggerezza di fluttuare sul male. Questa panchina, dichiaratamente ispirata al film, sembra essere sospesa nell'aria, trasportata dal vento, ma come nel cinema, anche qui c'è un trucco, i palloncini nascondono l'attacco al soffitto mediante  quattro ancoraggi. Seduti, con le gambe penzoloni chiamiamo il nostro bambino interiore, che saggio com'è, ci insegnerà a planare.

Mushroom Lamp


"L'uomo ha inventato la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi."  Albert Einstein

Sono passati 71 anni dai bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki e solo 5 anni dal disastro di Fukushima, eppure nel mondo ci sono più di 23.000 armi nucleari accertate capaci di annientare il pianeta.  Questa lampada la cui forma ricorda un esplosione nucleare  ha lo scopo di ricordare e sensibilizzare le persone su questo spinoso  tema.

Sunrising Lamp



"E il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire." Franco Battiato


Il sole sorge facendo  promesse per un giorno migliore ed immaginando tutte le cose belle che possono capitarci, coltiviamo l'ottimismo, magari non ci siamo svegliati all'alba, ma questa lampada evoca quella mattina di vacanza in cui "l'aria era fresca ed io mi sentivo così bene". Magari imparo a contare le albe ed a dare valore al mio tempo.

John Lennon cantava: "You may say I’m a dreamer / But I’m not the only one/ I hope someday you’ll join us  /And the world will be as one". Satoshi Itasaka  è un sognatore che con i suoi oggetti ci spinge a costruire la pace.

Cinzia Candela

Per i più curiosi, consiglio il sito personale :
Per i cinefili il link del film Le Ballon Rouge :

Altri articoli che potrebbero interessarti

0 commenti: